REALME 6, LO SMARTPHONE CON UNA MARCIA IN PIU’

Realme 6, lo smartphone con una marcia in più per per la fotografia

Realme 6, lo smartphone per gamer strizza l'occhio alla fotografia

Forse non è la marca più conosciuta di smartphone in Italia, ma una cosa è certa: il nuovo Realme 6 ha tutte la carte in regola per essere uno dei device più interessanti usciti fino ad adesso. Realme 6 è uno smartphone di fascia media, in vendita al prezzo di 229,90 euro, e si colloca nell’affollato territorio dei telefoni economici in grado di fare tutto. Una zona piena di concorrenti, certo, dove però Realme 6 eccelle per qualità costruttiva, potenza del processore e del reparto fotografico. Ma andiamo con ordine

Un nuovo processore pensato per i videogiochi

Realme mette subito le carte in tavola mostrando alcuni dei suoi assi nella manica: il display con una risoluzione molto alta (2400×1800 pixel) e la velocità di refresh pari a 90hz. Caratteristica, quest’ultima, che non dirà molto ai meno esperti ma che in realtà è molto importante per avere uno smartphone confortevole nell’utilizzo quotidiano come nei videogiochi.

Uno schermo con una alta frequenza di aggiornamento, infatti, permette di avere immagini meno ‘scattose’ soprattutto durante l’utilizzo ludico. Questa fluidità, unita al processore Helio GT90 con un alta capacità di calcolo, permettono a Realme 6 una notevole velocità di elaborazione dati che si traduce in una maggiore ‘scorrevolezza‘ sia nei videogiochi che nell’utilizzo quotidiano.

Reparto fotografico

Ma, per citare un vecchio spot pubblicitario, la potenza non è tutto. Per costruire uno smartphone all’altezza delle aspettative non basta un processore potente, anzi. Oggi un telefono è soprattuto una macchina fotografica e una videocamera portatile. Spesso utilizziamo gli smartphone più per fare video e foto che per telefonare. Realme risponde a questa esigenza proponendo 4 diverse fotocamere posteriori pensate per accontentare tutti i fanatici della fotografia digitale.

Nonostante il controluce la fotocamera principale del Realme 6 si è comportata discretamente. Unica pecca, per essere pignoli, lo sharpening eccessivo

Il primo obiettivo nasconde il sensore Samsung da 64 megapixel con una lente dotata di una apertura piuttosto luminosa pari a f1.8. Anche le dimensioni del sensore sono notevoli, è grande 1/1.7″, una dimensione decisamente piccola per chi è abituato a scattare con reflex digitali ma che per quanto riguarda gli smartphone diventa invece un sensore di tutto rispetto.

Realme 6, in situazioni standard, è in grado di scattare foto di una discreta qualità con una discreta latitudine di posa senza troppi artifici digitali (come luci bruciate o ombre troppo scure) e senza rinunciare alla facilità di utilizzo tipica dei telefoni Android. Se a questo uniamo la possibilità di utilizzare anche un obiettivo grandangolare che sembra non temere troppo nemmeno la qualità ai bordi dell’immagine, non possiamo che rimanere soddisfatti dalle lenti e dai sensori messi a disposizione dal telefono. La lente grandangolare con un angolo di campo di 119°, inoltre, non soffre di eccessiva distorsione a barilotto. Le fotografie di architettura non appaiono distorte dalla lente. Un ottimo risultato per un telefono.

Realme 6, smartphone con una marcia in più per per la fotografia

La stessa inquadratura dell’immagine precedente ma ripresa con la lente grandangolare. Per quanto non perfetta, la qualità ai bordi – che sono il punto dolente di qualsiasi grandangolo spinto – non è affatto male

Certo, per i più pignoli lo ‘sharpening’ dell’immagine è eccessivo, così come la saturazione delle immagini, ma l’esasperazione di nitidezza e colori è – purtroppo – una caratteristica comune a molti telefoni. Chi, come il sottoscritto, trova fastidiosi i colori psichedelici della fotografia standard degli smartphone potrà sempre diminuirla in post produzione o utilizzare macchine fotografiche per scattare e riprendere video. Trattandosi di un telefono questi difetti, per quanto evidenti, sono decisamente accettabili.

Realme 6, smartphone con una marcia in più per per la fotografia

 
Una classica foto al gatto per testare le immagini riprese con poca luce. Il rumore digitale non è eccessivo e – nonostante la riduzione in post produzione del ‘noise’ – l’immagine è piuttosto ricca di dettagli

Video 4K, la prova

Altro fiore all’occhiello del Realme 6 è la capacità di girare video in 4k insieme alla possibilità – quando il video è però in qualità HD – di avere la stabilizzazione incorporata. Abbiamo testato queste due caratteristiche per vedere come si comportassero nella vita reale.

Purtroppo, data l’emergenza Coronavirus, la possibilità di fare delle riprese era limitata ai 200 metri attorno a casa. Questo però non ci ha fermato dallo stressare il Realme 6. Ci scusiamo con i lettori per le immagini un po’ ripetitive rassicurandoli, al tempo stesso, che nessun gatto randagio del quartiere è stato maltrattato per fare queste riprese.

Nei video alla massima risoluzione il dettaglio dell’immagine è strabiliante e anche la possibilità di mettere a fuoco da vicino permettono di ottenere immagini discretamente tridimensionali pur trattandosi solo di un telefono e non di una videocamera professionale con sensore molto più grande. I colori e il contrasto, come per quanto riguarda le fotografie di cui abbiamo poc’anzi parlato, sono forse eccessivi ma, lo ripetiamo, si tratta di una scelta estetica comune a molti telefoni pensati principalmente per il mercato asiatico. L’alternativa c’è, ma è un ben più costoso iPhone.

Nel cambio di luce si vede inoltre qualche scatto mentre il telefono cambia le impostazioni di esposizione ma, anche qui, non si tratta di un grande problema avendo a che fare con uno smartphone. Se siete fanatici del dettaglio e della personalizzazione di colori ed esposizione l’unica alternativa che vi permetterà di avere una qualità decisamente superiore sono fotocamere o videocamere professionali, non altri telefoni.

Video HD stabilizzati: Realme 6 ci ha stupiti

Se sul fronte video 4k abbiamo qualche perplessità, sul versante video full HD, invece, promuoviamo a pieni voti il nuovo Realme 6. Camminando per le scale, avvicinando i gatti del quartiere o provando semplicemente a riprendere quello che ci troviamo di fronte il risultato non cambia. I video appaiono fluidi, senza artefatti e perfettamente godibili.

Rimangono i problemi legati al cambio di esposizione ma in una situazione di luce standard questo device ci permetterà di fare movimenti di camera stabili senza bruschi movimenti. Al tempo stesso la stabilizzazione del video non soffre del cosiddetto “jello effect“, ovvero la deformazione ‘gommosa’ degli oggetti alle estremità del video dovute all’algoritmo di stabilizzazione, un’eventualità affatto raro quando si cerca di rimediare in post-produzione a riprese eccessivamente mosse.

Come si può notare dai video di prova la definizione del video 4k è molto migliore di quella HD ma, considerando la destinazione finale della maggior parte dei filmati che gireremo, ovvero i social, ci sentiamo di consigliare senza ombra di dubbio l’opzione video HD. Le riprese fluide e stabilizzate dei video a ‘soli’ 1080p rendono molto più godibile questa opzione rispetto ai video 4k.

Realme 6, smartphone con una marcia in più per per la fotografia

Qualità costruttiva

Per quanto riguarda la qualità dei materiali e il loro assemblaggio, Realme non sembra aver niente da invidiare a telefoni molto costosi. I colori sono molto appariscenti ma abbiamo visto e recensito telefoni molto più colorati e con effetti di luce ben più pacchiani. Readme 6 inoltre è resistente agli schizzi che, insieme alla ricarica veloce da 30W, ne fanno un telefono adatto ad ogni situazione. Per chi scrive avere la possibilità di ricaricare velocemente lo smartphone è una caratteristica fondamentale, ben più importante di fotocamere e processori potenti. Durante gli spostamenti in treno o in aereo poter ricaricare in pochi minuti il telefono in una situazione di fortuna per poter fare una telefonata è una caratterista fondamentale che potrà esservi molto utile.

Considerazioni finali

Gli appassionati di videogiochi e gli amanti della fotografia con gli smartphone saranno sicuramente contenti di questo nuovo Realme 6. Il prezzo contenuto e le caratteristiche hardware ne fanno un telefono che ha tutte le carte in regola per durare a lungo negli anni. Che vogliate giocare tutto il giorno ad Asphalt 9 o preferiate riprendere le evoluzioni in skate degli amici, non rimarrete delusi dal Realme 6.

 

 

Configure your HPE server to your EXACT specification

 

Ekster EU

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coltorti Boutique EU