UN APPELLO DI UN CITTADINO ” CLIENTE ” di Massimiliano Sammarco

Massimiliano Sammarco . Cultore del diritto tributario internazionale.
– Fondatore dello Studio Legale-Tributario Internazionale Sammarco.
– Presidente Associazione per il Commercio Italo Cilena ( ACIC).
– Consigliere della Camera Internazionale dell’Arbitrato,della Mediazione e della Conciliazione ( AMC).
– Componente Commissione Diritto Europeo ed Internazionale del Consiglio Ordine Avvocati di Roma.
– Consulente dell’Osservatorio Internazionale dell’Ordine Dottori Commercialisti.
Ha iniziato la sua carriera professionale nello studio legale- tributario del Prof. Avv. Augusto Fantozzi Ha lavorato all’ estero per più di 20 anni ( Londra, Barcellona ,New York ,Miami e Santiago del Cile ) .
Assistente alla cattedra di diritto tributario La Sapienza di Roma . Professore a contratto a Barcellona, Santiago del Cile, Buenos Aires e Miami.
Ha pubblicato un libro ed ha scritto moltissimi articoli sulla materia.Il focus della sua attività è la gestione e la pianificazione fiscale del commercio internazionale tra Latino – America, USA ed Europa .

 

In questi giorni in cui si parla solo di una cosa  ho letto tanto ed ho ascoltato tanto ……..

I miei pensieri sono sempre gli stessi da tanto tempo, ma oggi sono ancora più forti ed inquieti, quasi un grido di aiuto !

Non solo da oggi, vedo sconcertato l’approssimazione , l’impreparazione, l’improvvisazione di chi ci governa  e non parlo di colori politici e di bandiere ma di una situazione generale.

Sono molto preoccupato per il nostro futuro ma non per la questione medica per la questione economica ; da tempo , tanto tempo ormai, non riusciamo ad avere una guida forte politico-economica per realizzare le grandi riforme che possano mettere in marcia una crescita costante per tutta la nostra rete infinita di PMI che è ,non scordiamolo mai, la  linfa vitale del sistema economico italiano.

Quando cominciai la mia professione come giovane avvocato tributarista mi ricordo che già nel 1987 l’OCSE diceva all’Italia che la nostra pressione fiscale era troppo alta ,che avevamo il record mondiale di numero di leggi e leggine e che la nostra burocrazia era una giungla !

E’ passato tanto tempo dal 1987 ma le cose non sono migliorate anzi direi forse peggiorate .

Ho lavorato per tanti anni all’estero e con grande orgoglio sono stato al fianco di tante PMI Italiane che con una grandissima professionalità e preparazione sono riuscite e riescono a penetrare in tutti i mercati del mondo ; ci viene riconosciuta dovunque  la nostra grande qualità imprenditoriale – industriale di altissimo livello tecnologico . Viaggiando ,vivendo e lavorando per più di 20 anni in vari paesi del mondo ho appreso anche come funzionano i vari apparati statali stranieri e come è strutturata la burocrazia a tutti i livelli ; dalla Spagna agli USA al Cile passando per il Regno Unito un’unica voce e musica : burocrazia semplice , tasse eque , incentivi ed aiuti alle imprese sia sul mercato nazionale che internazionale , il vero fisco amico , la possibilità di interloquire con qualsiasi apparato e livello  dello Stato , normative chiare e immediata elasticità a modificare indirizzi e norme a secondo delle nuove situazioni che si presentano nel mercato.

Tante volte ho avuto la sensazione che parlando con qualche funzionario lui si proponesse a me come un rappresentante di una impresa ma in questo caso l’impresa era ed è la sua Nazione.

Mi ricordo tanti anni fa a Madrid l’ex presidente della Confindustria Spagnola disse : “ sapete qual è il mio sogno ? avere questa organizzazione ( Confindustria Spagnola ) e il sistema legale-fiscale spagnolo  ma avere come soci della nostra associazione  le imprese italiane ! “

In Italia non riusciamo  ad andare avanti sulle riforme e sulla grande rivoluzione dell’apparato amministrativo : dobbiamo creare  le condizioni per essere centrali e punto di riferimento anche nelle operazioni economiche internazionali così come fanno le altre nazioni . Le imprese cercano condizioni ottimali dove poter investire e produrre : incentivi che si possono dare per fatto di assumere personale locale , per fatto che si porta nuova tecnologia e Know How sul territorio, per fatto che le vendite poi fatte sul mercato internazionale possono essere tassate in modo diverso e quindi con delle aliquote più basse rispetto all’aliquota ordinaria , per fatto che mi sia concesso di operare anche come un holding di partecipazione a tutte le proprie succursali nel mondo e quindi anche qui con trattamento differente rispetto alla normale tassazione dei dividendi ricevuti da succursali straniere etc etc ( qui l’elenco delle possibili azioni di riforma sono veramente infinite ! ) Ancora : le infrastrutture ed i collegamenti sono fondamentali per la crescita economica ed imprenditoriale di una area geografica . Dal primo gennaio 2018 c’è una legge in vigore in Italia  che riguarda la Zona speciale Economica che riguarda tutti i porti del sud d’Italia scritta e realizzata sui modelli delle zone franche di Barcellona , Rotterdam ,Suez etc etc. ma nessuno quasi lo sa e la cosa più grave che nessuno fa niente per portare avanti questi progetti ! Un legge fatta e scritta benissimo che però nella realtà non trova applicazione per l’incompetenza e il disinteresse delle parti in gioco ( lascio immaginare l’indotto che si potrebbe creare facendo funzionare a regime una simile iniziativa )

 Quindi o non riformiamo nulla o se lo facciamo poi non applichiamo !!

E il Turismo ?( questo è un capitolo a parte )

Potrei fare tanti esempi come questi per dimostrare la NON volontà di portare avanti i grandi cambiamenti strutturali di cui ha bisogno la nostra nazione ! La NON volontà è sintomo  di ignoranza ( nel significato prettamente latino della parola cioè di colui che non sa ) e quindi di paura di affrontare il cambiamento.

E’ anche  di fondamentale importanza cercare di trattenere nel nostro territorio le imprese italiane  e di  non farle scappare all’estero  e questo lo si fa esattamente come appena ho precisato sopra .

Un esempio per tutti : ricordo il caso FCA che ha traferito la sede da Torino a Londra ed Amsterdam.  Quando finalmente la FCA FIAT è diventata una impresa privata  ( io ritengo che per 60 anni siamo stai noi i finanziatori della FIAT ), grazie a Marchionne , ha cominciato a studiare ed a verificare  dove poteva avere più vantaggi legali-fiscali-economici rispetto all’Italia ; fatto il cambio ed il trasferimento della sede, immediatamente tutti in Italia contro Marchionne che era diventato un traditore delle patria etc etc !!! Uno Stato illuminato avrebbe semplicemente cercato di capire perché l’impresa stava trasferendo la sua sede all’ estero e poi semplicemente cercare di ricreare in Italia quelle stesse condizioni ( o migliori ) economiche-giuridiche che la FIAT FCA aveva trovato all’estero .

In tutti questi anni mi sono convinto che se realmente abbassiamo le tasse si risolverebbe anche in gran parte il problema del nero ; con aliquote più basse tutti pagano e lo Stato incassa di più !

Io sono di una generazione che ha studiato e che è stato educato , prima in famiglia e poi nella professione ( ho avuto come mio maestro un grande Professore che ultimamente purtroppo ci  ha lasciati ) , a pensare ed a ponderare bene ( ma molto bene ! )  prima di aprire la bocca per esprimere idee, concetti e proposte; in altre parole questo voleva e vuole  dire studiare , studiare e studiare !

Un medico, un ingegnere, un architetto, un avvocato… nella loro professione hanno studiato  e chi si rivolge a loro pretende una preparazione all’altezza del compito che svolgono! Per non parlare poi dell’imprenditore ..! La vita di tutti questi soggetti è lo studio e la ricerca costante , la crescita professionale , la preparazione per essere sempre all’ altezza della propria funzione; ….nulla si improvvisa perché il “cliente” chiede solo questo : professionalità, esperienza ,cultura e preparazione.

Noi cittadini oggi siamo i “clienti” del Parlamento e delle Istituzioni dove chiediamo esattamente le stesse cose : professionalità, esperienza ,cultura e preparazione; chi governa e chi ci rappresenta oggi   ha questi stessi obblighi  ( anzi forse ancora più forti e profondi ) professionali e morali nei nostri confronti che siamo i cittadini “clienti”.

Ricordo che è il cliente che paga per la prestazione del professionista o per l’acquisto di un bene all’imprenditore; e quindi se siamo anche noi “clienti” cittadini che paghiamo lo Stato ( perché noi paghiamo lo Stato ) abbiamo tutto diritto sacrosanto di pretendere e di chiedere !

I ministri devono essere compatibili con il loro ruolo ;

Il ministro della sanità deve essere un medico che ha vissuto negli ospedali e conosce sulla propria pelle le difficoltà reali della vita in un ospedale .

Il ministro degli esteri deve essere un professionista che ha viaggiato che conosce il mondo che conosce i reali problemi degli italiani all’estero ma soprattutto che conosca perfettamente le dinamiche internazionali delle nostre imprese nei mercati internazionali  e che ha tessuto già per suo conto rapporti diplomatici internazionali.

Il ministro della giustizia deve essere un grande giurista.

Il ministro dell’economia deve essere un tecnico economista preparato a livello mondiale profondo conoscitore del nostro territorio economico delle PMI

Il ministro delle infrastrutture  deve essere un ingegnere.

Il ministro della difesa un militare di alto rango che ha partecipato a missioni militari  internazionali

Il ministro dell’interno un tecnico operativo che proviene dalla struttura della pubblica sicurezza

Etc etc

Il Presidente del Governo a sua volta deve essere una persona di altissimo livello nazionale ed internazionale ,che si sappia circondare di tecnici altamente preparati, capace di condurre la rivoluzione del cambiamento quasi super partes riuscendo ad aggregare tutte le parti sociali nazionali!

Chiunque si presenti al parlamento e vuole essere eletto  deve essere una persona che può apportare tecnicamente un plus al funzionamento ed al miglioramento dello Stato e della cosa pubblica e non aspettare che lo Stato dia qualcosa a lui ….Kennedy docet !

A volte penso se io in prima persona mi trovassi nella situazione di avere qualche incarico istituzionale di questo tipo, ma per la mia cultura e preparazione  mi assalgono dei profondi dubbi di poter essere all’altezza di questo compito e per mia onestà intellettuale arrivo alla conclusione che forse potrei essere utile  (vista la mia preparazione internazionale e di vita professionale passata all’estero) solo come mero consulente del Ministero degli esteri per il commercio Internazionale….e lì mi fermo…non vado oltre…non riesco ad andare oltre  perché penso che forse solo in quel contesto nel mio piccolo potrei essere veramente utile allla crescita della nostra nazione !  (e poi penso  che mentre io studiavo e lavoravo e mi preparavo alla mia vita professionale altri facevano i quiz in TV o il grande fratello ed oggi ci governano o ci hanno governato ! o ad un ministro dell’Istruzione senza laurea e forse senza nemmeno il diploma ..sigh ! )

Noi cittadini “clienti” oggi come non mai abbiamo bisogno di una nuova classe politica  preparata e seria che con grande coraggio sappia prendere decisioni importanti di grande cambiamento con delle riforme rivoluzionarie ………..io le chiamo rivoluzionarie ma negli altri paesi sono la normalità!!

Insomma oggi dobbiamo pretendere la professione ,la preparazione la cultura l’esperienza di chi ci rappresenta nello stesso modo in cui viene richiesta a me come avvocato, ai miei colleghi ed a tutti gli altri professionisti ed imprenditori.

Dobbiamo farlo  velocemente perché se non lo facciamo temo che con le sfide importanti e serie che ci aspettano in questo prossimo futuro non ne usciremo bene !

Abbiamo bisogno di statisti, di persone serie  profondamente inserite nel nostro tessuto economico-sociale!

Ripeto non è una questione di colore politico…..sulle idee si discute si propone e a volte si trova l’accordo …quello che chiedo è qualcosa di più profondo ed essenziale :  è che tutti  i rappresentanti delle varie bandiere politiche siano delle persone così come ho cercato di descriverle .

Intorno a me a noi cittadini “clienti”  c’è questo sentimento e questa grande voglia di modificare la rotta !

Le forze sane del nostro paese  ( e sono la maggioranza  )  quelle private formate da imprenditori, professionisti e lavoratori si devono unire per trovare velocemente questa soluzione : azzerare tutto e ricominciare  da capo , ripeto ognuno con le proprie bandiere e convinzioni politiche ma tutto nuovo !

Massimiliano Sammarco

Un cittadino “cliente”

Avv. Massimiliano Sammarco

logo-sammarco giorgia

Via del Babuino 107

00187 Roma

Tel. 0698968105

Email:m.sammarco@sammarcolegal.it

Pec:massimilianosammarco@ordineavvocatiroma.org

www.sammarcolegal.it

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coltorti Boutique EU