OGNI SCUOLA DOVREBBE AVERE UN PROGRAMMA DI GIARDINAGGIO PER TUTTO L’ANNO

Ogni scuola dovrebbe avere un programma di giardinaggio per tutto l’anno

 

Il giardinaggio è stato parte integrante della vita di molti dei nostri antenati nelle generazioni passate, ma oggi la maggior parte di noi prende tutto il cibo nei grandi supermercati e trascorre pochissimo tempo a pensare da dove proviene effettivamente o come è cresciuto.

Questo, sfortunatamente, è stato tramandato ai nostri figli, e i bambini di oggi sono molto disconnessi dalla terra e dal loro cibo. Ci sono alcune scuole, tuttavia, che stanno cercando di cambiarlo.

 

La scuola Waldorf 

La Waldorf School di Cape Cod ha una casa a cerchio di 24 piedi per 48 nella proprietà della scuola, in cui i bambini, insieme agli adulti, coltivano e raccolgono colture come carote, spinaci, cavoli e altre verdure.

Il programma insegna agli studenti il ​​processo necessario affinché un seme diventi un frutto o una verdura matura e, a loro volta, imparano i benefici della coltivazione del proprio cibo. La serra, che presenta un tetto rimovibile per i mesi estivi per evitare il surriscaldamento, dedica metà del suo spazio a un’area aperta in cui studenti e insegnanti possono riunirsi e imparare.

Ogni studente della scuola dedica un po ‘di tempo ogni anno a lavorare nella serra, ma gli studenti di terza elementare sono sempre gli agricoltori settimanali, incaricati di compiti come trasformare gli avanzi di pranzo in compost usando il ruvido compositore della scuola. L’ultima aggiunta al progetto è un letto a vite all’interno della casa del telaio per creare il vermicompost.

Anche durante l’estate, la scuola offre il giardinaggio familiare una volta alla settimana, così gli studenti possono venire con i genitori e lavorare in giardino [ 1 ].

Leggi: L’insegnante della High School dell’Alaska ha cacciato un alce e ha fatto macellare l’animale ai suoi studenti per imparare le abilità di vita

 

La scuola elementare di Charlton Manor

Un altro grande esempio di giardino scolastico viene dal Regno Unito, presso la Charlton Manor Primary School di Londra . È stato avviato dal preside della scuola, Tim Baker, dopo aver visto le notizie secondo cui i bambini di oggi non erano a conoscenza della provenienza del loro cibo. Decise che avrebbe messo a frutto un po ‘di terra inutilizzata nella proprietà della scuola e avrebbe aperto un giardino.

“Ho visto un giardino come un’opportunità per i bambini di imparare in modo reale, in un contesto esterno, instillando anche la comprensione della provenienza del loro cibo e l’importanza di mangiare frutta e verdura”. 2 ]

Baker voleva usare il giardino per insegnare anche altri argomenti, tra cui cicli di vita, piante fiorite, impollinazione, adattamento, scrittura creativa e stesura di rapporti.

“Credevo che molte materie potessero essere insegnate bene in un giardino, aumentando nel contempo i livelli di attività degli alunni e incoraggiando il lavoro di squadra”, ha detto [2].

Ha spiegato che c’era anche un elemento comportamentale in esso. Nella sua mente, il giardino era un’opportunità per aiutare gli studenti a sviluppare un senso di responsabilità per qualcosa.

Dopo quattro anni, il giardino è diventato una parte centrale del curriculum della scuola. Mentre alcuni membri del personale erano preoccupati che i problemi comportamentali sarebbero peggiorati se l’aula fosse stata portata fuori, una volta che hanno iniziato a usare il giardino hanno notato un cambiamento comportamentale distinto nei loro allievi più difficili.

I bambini della scuola hanno ora utilizzato il giardino come sfondo per progetti creativi e lezioni di matematica.

“Nelle classi di misurazione della matematica, i bambini hanno mappato le aiuole piuttosto che fare affidamento su disegni su piccola scala nei libri di testo. Abbiamo prodotto diagrammi e grafici misurando i girasoli germogliati, registrato informazioni meteorologiche dalla stazione meteorologica e tracciato i suoi effetti “. [2]

I prodotti dell’orto vengono venduti nel negozio della scuola, gestito dagli studenti nei giorni feriali. I ricavi delle vendite aiutano a finanziare il giardino e hanno permesso loro di acquistare strumenti e forniture quando necessario.

Baker ha visto il notevole impatto positivo che il giardino ha avuto nella sua scuola e nella sua comunità.

“Il giardino ha trasformato la scuola e fornito meravigliose opportunità di apprendimento per i bambini. Ha riunito la comunità in modo enorme e continua a svilupparsi ”. [2]

Leggi:  12 abilità di sopravvivenza conosciute dai tuoi bisnonni (che la maggior parte di noi ha dimenticato)

I vantaggi dei giardini scolastici

Negli Stati Uniti, ci sono quasi cinquemila orti scolastici in funzione [ 3 ]. I vantaggi di questi giardini sono innumerevoli. In un momento in cui i bambini trascorrono sempre più tempo davanti agli schermi e quando l’obesità infantile è in aumento, un orto scolastico può promuovere l’essere fuori, l’attività fisica e un’alimentazione sana.

Gli studi hanno dimostrato che le aree con un maggiore accesso a prodotti a prezzi accessibili, insieme a costi più elevati di fast food, sono associate a BMI più bassi. Molti esperti concordano sul fatto che le scuole possono e dovrebbero svolgere un ruolo nel cambiare le prospettive dei bambini riguardo al cibo e nel fornire accesso a scelte sane.

“Ogni volta che i bambini mettono piede nella mensa, assorbono messaggi sul cibo e su come dovrebbe essere un pasto sano”, afferma Bettina Elias Siegal, esperta di bambini e politica alimentare [4].

Curt Ellis è il CEO di FoodCorps, un’organizzazione che ha messo i membri del servizio in 350 scuole in tutto il paese per tenere lezioni di giardinaggio e cucina e incoraggiare una cultura a livello scolastico di salute e nutrizione . Dice che il modo tradizionale in cui è stata insegnata l’alimentazione non sta creando il tipo di cultura alimentare sana di cui i bambini hanno bisogno.

“In troppe scuole in tutto il paese, l’educazione alimentare sembra una figura di autorità in piedi davanti alla classe che punta a un poster del governo sul muro” , spiega. “Proprio come abbiamo appreso che la memorizzazione automatica non è più il modo giusto per insegnare ai bambini la matematica o le abilità inglesi, lo stesso vale per l’educazione alimentare.” 4 ]

Gli orti scolastici offrono agli studenti l’opportunità di assaggiare e mangiare cibi sani, imparare a coltivare frutta e verdura e sviluppare capacità di lavoro di squadra. Promuovono una migliore alimentazione e insegnano ai bambini a valorizzare il lavoro delle persone che coltivano quotidianamente il nostro cibo [ 5 ].

I giardini offrono un ambiente di apprendimento esperienziale e pratico. I bambini sono impegnati in un’attività nel mondo reale e sono incoraggiati a esplorare e ragionare in modo indipendente. Aiutano i bambini a cambiare le loro abitudini alimentari costruendo una connessione emotiva con il cibo che stanno coltivando, rendendoli più aperti quando si tratta di provare nuovi piatti [4].

Tim Baker ha assistito a tutti questi benefici e molto altro nella sua scuola.

“Ecco perché per me, un giardino sotto qualsiasi aspetto – dalla trama boscosa a una manciata di contenitori di fortuna, cestini appesi o davanzale di una finestra – dovrebbe essere visto come uno strumento di apprendimento essenziale per tutte le scuole.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coltorti Boutique EU