“Perché sei ancora single?”: nove risposte a una domanda da non fare

“Perché sei ancora single?”: nove risposte a una domanda da non fare

"Perché sei ancora single?": nove risposte a una domanda da non fare

Quando si diventa adulti e ci si ritrova single, ecco che le persone iniziano a mormorare; e ai mormorii seguono le domande. Più si invecchia, più estranei e amici si sentono autorizzati a chiederti “Perché sei (ancora) single?”

Forse ci eravamo illusi di essere progrediti come società al punto da trovare sciocco perdere tempo a porre domande di questo genere, ritenendo che fosse più utile concentrarsi su questioni più importanti, tipo la crisi ambientale. E invece no. Quindi, nel frattempo, ecco alcune risposte da dare alla domanda sul perché si è ancora single, buone sia per trastullarsi in una conversazione leggera, sia per stroncare ogni discussione sul nascere.

1) …In che senso?

Non si dovrebbe rispondere a una domanda con un’altra domanda, ma in certi casi è legittimo; l’importante è non mettersi troppo sulla difensiva: chiedere a qualcuno perché è single spesso può essere inteso da chi lo chiede come un complimento. È un modo per dire “accidenti, ma come fa una persona fantastica come te a non aver trovato nessuno?”.

Certo, non è sempre così: a volte l’intento è accusatorio e si sottintende un fallimento sociale, come se essere soli fosse una colpa.

2) È personale

Modo elegante e raffinato per dire “fatti gli affari tuoi.” L’effetto sarà quello di smorzare ogni velleità di dibattito, a meno di non avere di fronte dei formidabili ficcanaso. Effetti collaterali? Si rischia di generare ancora più mistero e curiosità, ottenendo così proprio ciò che si voleva evitare

3) Al momento non è una priorità

Altra risposta ermetica, dal retrogusto un po’ giustificativo: si lascia intendere che in quel determinato frangente si è impegnati su altre cose (il lavoro, gli studi, i viaggi ecc.) e che la ricerca di un partner è solo in secondo piano, ma niente paura, prima o poi arriverà.

4) Non sono interessato/a a nessuno per ora

Spiegazione spesso interpretata come sincera ma che potrebbe indurre l’interlocutore a prodigarsi in suggerimenti e a sentirsi in dovere di dare una mano. In fondo la questione morale della “necessità” di avere qualcuno non è stata messa in discussione, quindi perché non avanzare candidature?

5) Cosa c’è di male nell’essere single?

Ecco, questo è spogliare la domanda di tutta la sua banalità mettendone in luce la profonda inadeguatezza. L’unica risposta accettabile ovviamente è “No, non c’è nulla di male“; se dovesse capitare di incontrare qualcuno che invece crede sia sbagliato, almeno potrete rimuovere quella persona dalla lista dei conoscenti.

Nel primo caso comunque potrebbe sempre partire lo spunto per una conversazione interessante sul perché le persone si ostinino a porre domande del genere

6) Beh ecco…

Se ci si sente poco combattivi e particolarmente benevoli allora ci si può lasciare andare all’imbarazzo di ammettere tutte le cause per cui da adulti ci ritroviamo ancora soli. Forse perché stiamo affrontando la fine di una rapporto importante. O magari perché troviamo difficile impegnarci. Forse perché nessuno, ma proprio nessuno ci può capire.

7) Perché voglio esserlo, mi va bene così

Un modo sempre valido per scrollarsi di dosso questa domanda come se si trattasse di una scelta spensierata. Poche illusioni però, perché si verrà certo percepiti come eccentrici e questo porterà a ulteriori domande se non addirittura a giudizi.

8) “Ancora?”

Questa è più una dichiarazione di guerra. Giusto per ricordarlo, la domanda originaria era “perché sei ancora single?”. La risposta fa capire come quell’avverbio non sia stato preso affatto bene e che non ci si dovrebbe permettere di giudicare.

Sì perché “ancora” può voler dire senza mezzi termini che a quell’età bisognerebbe essere sposati o almeno conviventi. Insomma, che si ha fallito su tutta la linea. Se la si prende in questa accezione, lo scontro sarà inevitabile

9) Lo sono e basta

Che poi alla fine, non basterebbe essere sinceri? Cercare l’approvazione altrui è un’eterna caccia a una volpe troppo furba e il tempo è troppo prezioso per sprecarlo a inseguirla.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coltorti Boutique EU