CITTADINO CLIENTE : LA CANCELLAZIONE DELLA CARTELLE SOTTO I 5000 EURO NON E’ CONDONO !

Eccoci ! Allora con molta difficoltà e resistenza si è arrivati alla cancellazione delle vecchie cartelle dal 2000 fino al 2010 (all’inizio si parlava del 2015), ma solo per i contribuenti con un reddito Irpef che non superi i 30 mila euro. SI POTEVA E DOVEVA FARE DI PIU’.

Mi rivolgo a chi ottusamente non voleva un provvedimento del genere :

-MA VERAMENTE PENSATE CHE CHI HA DELLE CARTELLE FINO A 5000 EURO SIA UN EVASORE?

-MA VI SIETE CHIESTI PERCHE’ SONO PROPRIO LE PMI E GLI ARTIGIANI CHE NON RIESCONO A PAGARE TUTTE LE TASSE E IMPOSTE ALTISSIME INSERITE DA 40 ANNI A QUESTA PARTE ?

-CHE SONO LE DIFFICOLTA’ ECONOMICHE E LE TASSE TROPPO ALTE PER CUI NON SI RIESCE ADADEMPIRE A TUTTA LA GIUNGLA DEGLI OBBLIGHI FISCALI ITALIANI?

-IN QUESTO PERIODO COSI’ BRUTTO CHE PMI E ARTIGIANI SONO SDRAIATI E MORIBONDI VOI PARLATE DI CONDONO E NON DI AIUTO ?

-MA SECONDO VOI I MAFIOSI E LE GRANDI ORGANIZZAZIONI CRIMINALI HANNO DELLE CARTELLE SOTTO I 5000 EURO ?

-PERCHE’ NON COLPITE QUELLE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI E NON FATE RESPIRARE I PICCOLI CITTADINI DELL’ECONOMIA ?

– SVEGLIATEVI ! RAGIONATE ENTRATE NEL MONDO REALE E CERCATE DI CAPIRE CHE UN PICCOLO IMPRENDITORE NON RIESCE A PAGARE LE CARTELLE FINO A 5000 EURO PERCHE’ SONO MULTE E IMPORTI MINIMI DI IMPOSTE ( AUMENTATE CON INTERESSI E SANZIONI USURAIE ) CHE NON SONO RIUSCITI A VERSARE MAGARI PER PAGARE I DIPENDENTI !!! MA NON SONO  EVASORI !!

LI AVETE TARTASSATI CON MILLE IMPOSTE MILLE CAVILLI UNICI AL MONDO ………BASTA ….DOVETE AIUTARLI !

SONO LORO LA RETE ECONOMICA CHE TIENE L’ITALIA…..SE CONTINUATE COSI’ VI RITROVERETE SENZA STIPENDIO DA PARLAMENTARI …..E FORSE ALLORA IN QUEL MOMENTO CAPIRETE !

I miei pensieri sono sempre gli stessi da tanto tempo, ma oggi sono ancora più forti ed inquieti, quasi un grido di aiuto !

Non solo da oggi, vedo sconcertato l’approssimazione , l’impreparazione, l’improvvisazione di una parte di chi ci governa  e non parlo di colori politici e di bandiere ma di una situazione generale.

Sono molto preoccupato per il nostro futuro ma non per la questione medica per la questione economica ; da tempo , tanto tempo ormai, non riusciamo ad avere una guida forte politico-economica per realizzare le grandi riforme che possano mettere in marcia una crescita costante per tutta la nostra rete infinita di PMI che è ,non scordiamolo mai, la  linfa vitale del sistema economico italiano.

  Quando cominciai la mia professione come giovane avvocato tributarista mi ricordo che già nel 1987 l’OCSE diceva all’Italia che la nostra pressione fiscale era troppo alta ,che avevamo il record mondiale di numero di leggi e leggine e che la nostra burocrazia era una giungla !

E’ passato tanto tempo dal 1987 ma le cose non sono migliorate anzi direi forse peggiorate .

Ho lavorato per tanti anni all’estero e con grande orgoglio sono stato al fianco di tante PMI Italiane che con una grandissima professionalità e preparazione sono riuscite e riescono a penetrare in tutti i mercati del mondo ; ci viene riconosciuta dovunque  la nostra grande qualità imprenditoriale – industriale di altissimo livello tecnologico . Viaggiando ,vivendo e lavorando per più di 20 anni in vari paesi del mondo ho appreso anche come funzionano i vari apparati statali stranieri e come è strutturata la burocrazia a tutti i livelli ; dalla Spagna agli USA al Cile passando per il Regno Unito un’unica voce e musica : burocrazia semplice , tasse eque , incentivi ed aiuti alle imprese sia sul mercato nazionale che internazionale , il vero fisco amico , la possibilità di interloquire con qualsiasi apparato e livello  dello Stato , normative chiare e immediata elasticità a modificare indirizzi e norme a secondo delle nuove situazioni che si presentano nel mercato.

Tante volte ho avuto la sensazione che parlando con qualche funzionario lui si proponesse a me come un rappresentante di una impresa ma in questo caso l’impresa era ed è la sua Nazione.

Mi ricordo tanti anni fa a Madrid l’ex presidente della Confindustria Spagnola disse : “ sapete qual è il mio sogno ? avere questa organizzazione ( Confindustria Spagnola ) e il sistema legale-fiscale spagnolo  ma avere come soci della nostra associazione  le imprese italiane ! “

In Italia non riusciamo  ad andare avanti sulle riforme e sulla grande rivoluzione dell’apparato amministrativo : dobbiamo creare  le condizioni per essere centrali e punto di riferimento anche nelle operazioni economiche internazionali così come fanno le altre nazioni . Le imprese cercano condizioni ottimali dove poter investire e produrre : incentivi che si possono dare per fatto di assumere personale locale , per fatto che si porta nuova tecnologia e Know How sul territorio, per fatto che le vendite poi fatte sul mercato internazionale possono essere tassate in modo diverso e quindi con delle aliquote più basse rispetto all’aliquota ordinaria , per fatto che mi sia concesso di operare anche come un holding di partecipazione a tutte le proprie succursali nel mondo e quindi anche qui con trattamento differente rispetto alla normale tassazione dei dividendi ricevuti da succursali straniere etc etc ( qui l’elenco delle possibili azioni di riforma sono veramente infinite ! ) Ancora : le infrastrutture ed i collegamenti sono fondamentali per la crescita economica ed imprenditoriale di una area geografica . Dal primo gennaio 2018 c’è una legge in vigore in Italia  che riguarda la Zona speciale Economica che riguarda tutti i porti del sud d’Italia scritta e realizzata sui modelli delle zone franche di Barcellona , Rotterdam ,Suez etc etc. ma nessuno quasi lo sa e la cosa più grave che nessuno fa niente per portare avanti questi progetti ! Un legge fatta e scritta benissimo che però nella realtà non trova applicazione per l’incompetenza e il disinteresse delle parti in gioco ( lascio immaginare l’indotto che si potrebbe creare facendo funzionare a regime una simile iniziativa ) …

CONTINUA ……………..

IL CITTADINO CLIENTE

MASSIMILIANO SAMMARCO

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coltorti Boutique EU